Con la scatola di origami d’amore alla mostra librifattiamano

Annunci

Scatole… con torta!

Ecco alcune delle mie scatole esplosive con torta di buon compleanno. Un’idea regalo originale, completa di tasche per bigliettini, in più nella scatola ci sta un ulteriore regalino!

Per info cartapoesia@gmail.com

Origami d’amore … in scatola

Cosa hanno a che vedere un pinocchio di legno, una bambolina di pezza, un angelo di vetro, un nido, un campanello, una coroncina di spine con un libro fatto a mano?

Tutto e niente…

Un pensiero, un’idea, un sentimento diventano parola e si fanno poesia, e poi le parole si trasferiscono su un foglio diventando segni grafici, e poi nasce un libro che è un oggetto fisico di carta capace di veicolare pensieri ed emozioni.

Ma ancora non è abbastanza.

La poesia vuole trasformarsi in un oggetto concreto, vuole farsi materia, dalla carta vuole strapparsi fuori e diventare cose che si possono toccare: un nido intessuto con fatica e amore, di fango e rametti, un pinocchio di legno con il suo cappellino di carta, una bambola da vestire con un origami, l’angelo di vetro e stelle per ricordarci che la materia è fatta di polvere di stelle come lo siamo noi, una coroncina di spine con cui pungersi le dita….

Per fare un’esperienza reale della poesia, per toccare il cuore della poesia che proietta al di fuori di sé tutto l’amore di una madre che non ha avuto un figlio, e che se avesse saputo lavorare il legno ne avrebbe fatto un burattino, e se avesse saputo cucire avrebbe creato una semplice bambola, se avesse imparato l’arte di soffiare il vetro avrebbe fatto un angelo, etc…, invece è solo capace di piegare la carta in un origami d’amore…

… e la poesia non basta, si incarna in oggetti per testimoniare questo amore che sa d’infinito e per tracciare la mappa di un universo, attraverso la quale questa madre può finalmente conoscere e vedere il figlio mai avuto.

Carta originale del foglio illustrativo del Planetario di Milano, anni 70

Bambolina in pezza primi anni 80

Pinocchio della ditta Mastro Geppetto di Omegna

Carta bo bunny little wonders

Carta costellazioni di Abby Cook

Angelo in vetro fuso di Moni Feigenbutz http://www.rivelinarts.com

un nido raccolto in giardino

un rametto di spine di rosa canina

un campanello

poesia, progetto e realizzazione di Antonella Marinetti

theflowerandhestar@gmail.com

Origami d’amore

Se tu fossi stato di legno avrei costruito un burattino,

fossi stato di stoffa avrei cucito una bambola,

di piume avrei fatto un nido per gli uccellini,

di spine avrei intrecciato un cesto per i fichi,

di bronzo avrei forgiato una sonora campana,

di vetro vi avrei soffiato un angelo,

Invece piego e ripiego carta sottile sotto alle mie dita,

in un origami d’amore.

Ti disegno un cuore per riempirlo di emozioni,

ti disegno un sorriso perché tu sia felice,

e due ali libere per volare via,

ti coloro di blu nella coperta della notte, trapuntata di stelle

Piego e ripiego

la mappa del tuo Infinito

in un origami d’amore

Blog su WordPress.com.

Su ↑